“Non è la fine del mondo” di Alessia Gazzola: le frasi più belle

Tutte le frasi più belle tratte dal libro “Non è la fine del mondo” di Alessia Gazzola.

Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento – ma solo per il momento – insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell’odierna zitella, solo l’allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo.

Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov’è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell’affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?

“Non è la fine del mondo” è uno dei 12 romanzi scritti finora da Alessia Gazzola. E’ il suo primo romanzo autoconclusivo, uscito per Feltrinelli nel 2016. In questo romanzo, che personalmente amo e che trovo il migliore di Alessia Gazzola, l’autrice ci parla di Emma. La ragazza è una trentenne che cerca la felicità tentando di farsi spazio nel mondo del lavoro e nella vita in generale. Come sempre la Gazzola rende estremamente realistiche e semplici le sue eroine, parlando della vita di tutti i giorni e delle difficoltà quotidiane di ognuno di noi. Trovo che Emma sia la sua protagonista che più si avvicina a me e per questo l’ho eletta come la migliore (per ora).

Ecco alcune citazioni tratte dal libro “Non è la fine del mondo”:

“Ed è proprio in questo momento che sento il tuono della fine del mondo. Adesso sì, posso dirlo senza temere di esagerare, perché quando perdiamo i nostri sogni è mille volte peggio di quando perdiamo qualcosa di reale. E’ quello il momento in cui non ci resta più niente.”

“E del resto, il valore della felicità è insito proprio nella caducità. Se durasse anche solo quell’attimo in più di abitueremmo, e non sapremmo più riconoscerla. che gran perdita sarebbe!”

“Chi è davvero Hanna? E soprattutto, è giusto che la sera, quando condividono lo stesso letto e magari si abbracciano, Carlo abbia ancora su di sè il mio odore? Perchè la presenza di un’altra donna non la cancella nemmeno la doccia più accurata”

“Se potesse servire a rimediare, ti chiederei scusa, ma non ho mai creduto che dire questa semplice e banale parolina possa cancellare la gravità di quello che si fa.”

“Non dovremmo mai apprendere i segreti delle persone a noi più care, ci lasciano dentro un senso di smarrimento senza però gli strumenti per poterlo combattere.”

PER PARTECIPARE NEI PROSSIMI MESI AL #GDLFIGLIEDICARTA VI BASTA SCRIVERMI IN PRIVATO SU INSTAGRAM: @thegiulybox .

Precedente Le assaggiatrici - Rosella Postorino Successivo L'allieva - Alessia Gazzola