La vita non è in rima – Luciano Ligabue

TITOLO: La vita non è in rima (per quello che ne so) Luciano Ligabue, intervista sulle parole e i testi

AUTORE: Luciano Ligabue – Giuseppe Antonelli

EDITOREEditori Laterza

PREZZOcartaceo 8,50 – ebook 5,99

PAGINE: 175

“La vita non è in rima” vuol dire da un lato che i conti non sempre tornano. Dall’altro che, per fortuna, non siamo costretti a vivere secondo uno schema precostituito. E anche questo libro ha uno schema libero. Al centro c’è la scrittura di Ligabue, in tutte le sue forme. Si parte dalle parole – delle sue canzoni, dei suoi libri, dei suoi film – e si arriva a parlare del suo modo di vedere il mondo. La lingua e il dialetto, la famiglia e la politica, il dolore, la speranza, l’arte, il calcio, il sesso, l’amore, l’amicizia, la memoria, la felicità di riuscire a sentirsi – anche solo per un momento – “leggero, nel vestito migliore, nella testa un po’ di sole ed in bocca una canzone”.

Dentro la scrittura di Ligabue c’è una scelta delle parole che rappresenta un punto di vista sulla vita. Ma soprattutto c’è tanta musica, che trasforma e amplifica il senso di ogni parola. Perché per ogni cosa detta c’è sempre un motivo e quel motivo è spesso il modo in cui la canzone ci entra nelle vene, diventa parte di noi. Un libro pieno di spunti sorprendenti – di acume, di dolcezza, di ironia – che farà scoprire Luciano Ligabue a chi ancora non lo conosce bene, ma stupirà anche chi (come ognuno dei suoi tantissimi fan) pensa di sapere già tutto di lui.

“La vita non è in rima (per quello che ne so)” è un libro di Luciano Ligabue, realizzato insieme a Giuseppe Antonelli. In questo testo è raccolta una lunga intervista a Luciano Ligabue in cui vengono spiegate molte caratteristiche della sua poetica e vengono chiariti molti suoi testi. In particolare nell’ultima parte del libro sono riportati tutti i testi dei 12 brani contenuti in “Mondovisione” (il libro è del 2013).

Questo è il secondo libro che leggo sulle parole e i testi dei brani di Ligabue, ma a differenza di “Luciano Ligabue: la storia dietro ogni canzone”, in cui l’autore ha raccolto da varie interviste rilasciate negli anni delle informazioni sul cantante, qui invece è proprio Ligabue che scrive in prima persona. Rispetto all’altro libro, questo ha uno schema più libero, non segue un ordine cronologico e non parla di un album per volta. Sembra quasi un libero scorrere di immagini, parole, pensieri, che permettono a Ligabue di ripercorrere la sua carriera e di chiarire e specificare alcuni dettagli dei suoi testi.

Quel che ho apprezzato molto è proprio il modo in cui è scritto questo libro. Tra le sue pagine si può ritrovare il pensiero e la scrittura di Ligabue e molte frasi ricordano qualcosa di un suo album, un suo libro o un suo film. Proprio per questo motivo il libro non è solo utile per comprendere alcuni brani, alcuni particolari o alcuni dettagli della poetica del Liga, ma è un insieme di citazioni, frasi e concetti molto belli e interessanti che un suo fan non può non conoscere!

VOTO: 4,2/5

CITAZIONI:

Le canzoni ti cambiano il respiro, che a sua volta ti cambia la postura, lo stato d’animo.

Se è vero che il mondo là fuori è fatto di realtà, è altrettanto vero che la realtà è fatta in gran parte del nostro modo di vedere.

Ogni volta che faccio un album, mi sembra che sia il più personale che abbia mai fatto. Se metti il tuo nome come titolo, togli ogni dubbio in merito.

Ognuno di noi è il risultato di tutto quello che ha vissuto.

Ogni cosa che realizza un artista alla fine è il suo autoritratto.

Io vengo dalla canzone e alla canzone torno costantemente.

Quando riesci a realizzare qualcuno dei tuoi sogni, provi una doppia sensazione: subito l’esaltazione per quello che stai vivendo e poi la rassegnazione per il fatto che quel sogno, essendo diventato realtà, non ce l’hai più. Hai inseguito la tua chimera, l’hai raggiunta: fantastico. Ma cosa viene dopo?

Con la musica leggera tu puoi affrontare per l’appunto anche le parti più dolorose di te stesso, specchiandoti in una canzone e canticchiandola. E questo tipo di leggerezza è una sorta di benedizione. Quando la raggiungi nelle canzoni, e quando riesci a trasmetterla a qualcuno, è veramente una delle cose più potenti che ci siano.

La vita non è in rima e non c’è il suo rimario. Devono ancora pubblicarlo, il rimario della vita.

I miei film, i miei libri si prendono la libertà di essere quello che sono. Anche quella di non essere capiti del tutto.
Precedente Kiss me like you love me 1 - Kira Shell Successivo Kiss me like you love me 2 - Kira Shell